COS'È CIRCLELAND CAMP

Dopo dieci anni di attività di Circleland project Albert Hera decide di ideare nel 2016 Circleland camp con il desiderio di sensibilizzare le persone alla pratica del circle-singing e alle attività musicali in cerchio intese come mezzo di condivisione e crescita artistica e personale.
Il primo Circleland Camp è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione Voicecare Music & Art  in omaggio alla strage del Vajont registrando partecipanti da tutta Italia e anche dall’estero.
Le attività sono state tenute da docenti internazionali e nazionali spaziando dal circle-singing (Albert Hera, Guillermo Rozenthuler), alla body-percussion (Stefano Baroni), fino alla direzione corale (Nikki Franklin), e alla ritmica vocale (Elena Bonanata) oltre a interventi alle tasterie durante le attività (Anthony Panebianco).
Alla fine del Circlelandcamp è stato realizzato da tutti i partecipanti e i docenti un suggestivo concerto in omaggio al Vajont in cui merita ricordare oltre ai bellissimi momenti di improvvisazione corale, il brano originale dedicato alla strage “Risuona” composto, su commissione di Albert Hera per l’occasione, da Nikki Franklin e cantato da tutti sotto il cielo stellato all’interno dell’anfiteatro. L’emozione ancora viva e le numerose richieste ricevute hanno fatto arricchire CirclelandCamp con alcune importanti novità per il 2017.
Dalla California sarà presente Roger Treece, arrangiatore eccezionale e tra i massimi esponenti mondiali della pratica del circle-singing.
Le mattine si apriranno inoltre con il riscaldamento vocale di uno dei massimi esponenti mondiali della foniatria artistica: il dott. Franco Fussi.
Il tema scelto per il 2017 dall’ideatore Albert Hera sarà la pace, un tema di grande importanza e attualità. Questo anno le lezioni saranno svolte a Belluno, a pochi minuti dalla stazione con la possibilità di alloggiare all’interno della struttura dove si terrà il camp per garantire la massima praticità e comodità.

Lo staff Circleland vi aspetta con la vostra energia!